Diario ruvido - Ausl


L'uomo coi capelli arancioni e ricrescita bianca si siede al computer davanti alla mia postazione (chat-man deve essere ammalato). Mi chiede una mano per accedere al sito dell'AUSL.
“Devo fare un concorso” dice.
“Non faccio assistenza informatica” rispondo, intuendo che questo qui non ne sappia un granché di internet.
“Mi dica solo dov'è che si scrive la roba”.
Allarmato mi avvicino allo schermo. Nella barra di google ha scritto "www www ww sito".
Vede la mia espressione basita. “Sono un po' negato”, fa.
Una smorfia traduce il suo sorriso di pietà in un grido di terrore. BAM! - do una bella ridipinta ai muri.
Il concorso dell'ausl conterà un iscritto in meno. Peccato, aveva delle possibilità.

E' arrivata una bimba che si è graffiata la gambina. Usciva una goccia di sangue. Non ho trovato la cassetta del pronto-soccorso. BANG! Ho messo fine ai suoi tormenti.

"Lavori in biblioteca? Sei sempre in mezzo alla tua passione, i libri!"
"Sì, sono sempre in mezzo alla mia passione, la figa scosciata".

Nessun commento: